Vogliamo trovare un milione di Euro per la ricostruzione dei Serrai di Sottoguda. Tutti insieme possiamo fare la differenza! E’ partita la raccolta fondi, su questo sito web #SOSerrai – 1 milione per i Serrai! trovate le informazioni per associare il vostro nome a un intervento che consentirà di contribuire al recupero di un luogo simbolo delle Dolomiti.

IL SENSO DI UN IMPEGNO COMUNE

Abbiamo negli occhi e nel cuore le immagini della desolazione e del dolore provocati dalla tempesta Vaia, che il 29 ottobre scorso ha portato distruzione nelle Dolomiti. Il senso d’impotenza ha subito lasciato il posto alla volontà di reagire. E ora questa volontà può estendersi a tutti coloro che vogliono dare il loro contributo.

I PRIMI AD ATTIVARSI? GLI STUDENTI!

Hanno raccolto 2385 euro per sostenere la ricostruzione del sentiero dei Serrai di Sottoguda. Lo hanno fatto mettendo a disposizione i loro lavori: libretti dedicati alle frazioni del Comune, acquerelli ed altri materiali che hanno venduto durante i mercatini di Natale, insieme a genitori e insegnanti. Sono i ragazzi dell’Istituto “Rodari” di Santa Giustina (Belluno), i primi ad attivarsi per il Crowdfunding SOSerrai. Sabato 9 febbraio 2019 è avvenuta la cerimonia di consegna
della somma raccolta alla Fondazione Dolomiti UNESCO, rappresentata da Cesare Lasen, membro del Comitato Scientifico.

Ma le iniziative si stanno già moltiplicando: l’attrice bellunese Susanna Cro ha portato in scena a Verona, sabato 9 febbraio, il suo “Vajont. Viaggio nell’Oltre”, devolvendo il ricavato della serata al recupero dei Serrai.

CHI FA COSA

Quando in famiglia c’è un lavoro urgente da svolgere bisogna distribuirsi bene i compiti: il Comune di Rocca Pietore promuoverà un concorso di idee per scegliere il progetto migliore, la Fondazione Dolomiti UNESCO pagherà la progettazione.

E tutti i cittadini, le associazioni, le aziende che lo desiderano possono contribuire con la loro donazione.

IL PROGETTO DI RECUPERO

La tempesta Vaia del 29 ottobre 2018 ha distrutto il tracciato pedonale, reso inservibili ponti, muri d’argine, muri a retta e ha asportato tutto il materiale che formava il greto del torrente Pettorina, rendendo inaccessibile la spettacolare gola che unisce la Marmolada al paese di Sottoguda, uno dei “Borghi più belli d’Italia”. Il concorso di idee andrà a premiare il progetto che riuscirà a coniugare meglio:

    • sostenibilità ambientale;
    • accessibilità ai disabili;
    • innovazione e adattività ai cambiamenti climatici (che potranno provocare eventi simili);
    • valorizzazione degli aspetti geologici, geomorfologici, paesaggistici e storico-documentali dei Serrai.